Script support IE Browser

Provate per voi: La Sportiva Akasha

Abbiamo corso con il modello più ultra running della collezione Mountain Running della storica azienda trentina. Calzature da trail molto protettive, caratterizzate da una tenuta esemplare e da un appoggio sicuro su tutte le superfici

Abbiamo corso con il modello più ultra running della collezione Mountain Running della storica azienda trentina. Calzature da trail molto protettive, caratterizzate da una tenuta esemplare e da un appoggio sicuro su tutte le superfici


 

La Sportiva, con sede a Ziano di Fiemme, è una solida azienda trentina nata nel 1928 di proprietà della famiglia Delladio, giunta ormai alla sua quarta generazione. Oggi è distribuita in oltre 70 paesi del mondo ed è leader nella produzione di scarpette da arrampicata e di scarponi da montagna. Da sempre il suo obiettivo è quello di fornire il miglior prodotto possibile a coloro che amano le vette, in qualsiasi modo e a ogni altitudine e latitudine. La sua eccellente collezione comprende infatti scarponi da trekking, da alta quota e da spedizione, calzature per l’arrampicata e (da una decina di anni) anche le scarpe da Mountain Running, come La Sportiva ama definire le sue calzature per il trail e la corsa in montagna.

Testimonial d’eccezione
Nel corso della sua storia, La Sportiva entra in contatto con la Fujian, azienda cinese specializzata nella produzione di calzature outdoor e running di alta qualità, con la quale instaura una duratura collaborazione per lo sviluppo delle nuove scarpe La Sportiva per il running e l’hiking. In seguito, da questa collaborazione nascerà la joint venture La Sportiva-Fujian per la produzione e la commercializzazione sul mercato cinese dei prodotti dell’azienda di Ziano di Fiemme.

Piacevolezza in montagna
Considero le Akasha le calzatura La Sportiva più equilibrate e polivalenti, allineate ai massimi standard globali. Sono scarpe piacevoli, ben strutturate e rifinite molto bene. Possiedono una suola esclusiva in mescola La Sportiva Frixion Red, dal caratteristico disegno scolpito con una originale sequenza di piani inclinati e scolpiture, con fondo liscio tirato a lucido, utile a scaricare al meglio fango e detriti. L’intersuola è in EVA a iniezione con, incastonati su entrambi i fianchi, due stabilizzatori semirigidi al mesopiede. Quello anteriore è protetto da un ottimo puntale paraurti in plastica iniettata e da azzeccati rinforzi sovrastampati sul tessuto a rete tridimensionale dell’avampiede.

La costruzione dell’avampiede è con tutta probabilità quella riuscita meglio fra le molte scarpe da trail che ho già avuto il piacere di provare. Anche il colletto e la linguetta sono ottimamente imbottiti e ben fascianti. D’altro canto non sono certo le scarpe più leggere del mondo e, dato che l’intersuola anteriore è abbastanza sottile, l’ammortizzazione all’avampiede risulta discreta, quindi migliorabile, soprattutto considerando che le Akasha sono le calzature più protettive della collezione dedicata alla corsa in montagna e che La Sportiva le consiglia per le ultra.

Leggi l’articolo completo di Filippo Pavesi sul numero 417 di Correre, in edicola da venerdì 28 giugno 

di Filippo Pavesi
Foto: Sartoriafotografica