Script support IE Browser

PROVATE PER VOI: BROOKS ADRENALINE GTS 19

Brooks è uno dei marchi USA che hanno fatto la storia del running, portando innovazioni sostanziali, ci presenta la nuova ADRENALINE GTS 19

Un modello davvero trasversale, apprezzabile da runner di ogni peso, con diversi tipi di appoggio e che ripaga bene dell’investimento. un’invidiabile combinazione di stabilità, ammortizzazione e risposta vivace

Brooks è uno dei marchi USA che hanno fatto la storia del running, portando innovazioni sostanziali, come le prime intersuole in EVA, introdotte nel ’75, più leggere e morbide di quelle in gomma microporosa utilizzate in precedenza, oltre ad alcune delle prime soluzioni per il controllo della pronazione, come il Varus Wedge, e poi il Diagonal Rollbar, l’inserto posteriore in EVA ad alta densità (con spessore crescente dal bordo laterale a quello mediale), introdotto sulla Brooks Chariot del 1982.

 

Bestseller USA

La Brooks Adrenaline GTS è da anni uno dei bestseller negli USA. Infatti GTS è l’acronimo di Go To Shoe, che sta per “scarpa per tutti e per tutte le occasioni”. Sin dalla sua origine, la Adrenaline è sempre stata una Brooks ferma, con stabilizzatore mediale semi-rigido, anche se non così tanto quanto la Beast (poco nota in Italia, ma capace di salvare le articolazioni di migliaia di marcantoni americani, anche di peso maxi).

Run Signature

Brooks, dopo anni di ricerca biomeccanica, ha stabilito che ogni runner corre efficacemente grazie a una propria run signature (firma della corsa, ndr) individuale, sulla base della quale l’azienda mira a garantire a tutti il massimo comfort, insieme al minimo controllo utile a evitare oscillazioni eccessive. Per raggiungere questo obiettivo la Brooks ha sviluppato i Guide Rails, inserti semi-rigidi, posti a rinforzare il bordo superiore dell’intersuola (introdotti con la Transcend del 2014). In pratica questi “paraurti” non interferiscono quando non servono, ma sono pronti ad agire quando ce ne sia bisogno, fornendo la necessaria stabilità a tutto il corpo, a partire dalle ginocchia. Sulla Adrenaline GTS 19 è utilizzata la versione 2.0 dei Guide Rails, meno estesa, formata da due supporti tridimensionali indipendenti, uno mediale, esteso dal bordo posteriore all’intera area sottostante l’arco plantare, e uno laterale, limitato al tratto sopra la zona di primo impatto sulterreno. Ciascuno di questi elementi comprende una piastra orizzontale, inserita sotto il piede, raccordata con un’appendice verticale. ogni Guide Rail è così in grado di resistere sia al carico verticale, utile nei casi di iperpronazione, sia alle componenti orizzontali di forza, che tenderebbero a far “deragliare” il piede oltre la suola.

Il comportamento su strada

Il sostegno offerto dai Guide Rails mi è sembrato appena percepibile, però ho trovato valido il supporto fornito in ogni momento. Il differenziale, uno dei più alti fra le scarpe acquistabili oggi, rende queste Adrenaline raccomandabili a chi ha avuto problemi al tendine di Achille.

Leggi l’articolo completo su Correre n. 415, maggio 2019

 

BROOKS ADRENALINE GTS 19

Categoria: running protettive stabili. Tomaia in mesh ingegnerizzato rinforzata da applicazioni termosaldate in 3D Fit Print e con sostegno tallonare in TPU. Allacciatura tradizionale, trattenuta da occhielli rinforzati. Intersuola in mescola BioMoGo DNA e DNA Loft con Crash Pad segmentato e supporto olistico Guide Rails 2.0, che entra in azione solo quando il runner devia dal proprio schema di movimento preferito. Differenziale 12 mm. Suola in gomma soffiata (anteriore) e mescola HPR Plus (posteriore) ad alta resistenza. Note del produttore: categoria Brooks: Cushion/Support. Misure uomo: US da 7 a 15. Misure donna: US da 5 a 13. Prezzo al pubblico: 140 euro.